domenica 28 novembre 2010

un difficile confronto

E’ sabato sera, un’amica ci manda un messaggio di invito per una serata nella discoteca Boeme, dove il ragazzo fa una serata con il suo gruppo. Lui suona il basso.

Non abbiamo nulla in programma e decidiamo di andare. Si uniscono a noi anche Pi, il suo ragazzo e la sua collega.

Siamo in cinque, trent’anni a testa sulle spalle, 154 anni in totale, 1450 voglia di divertirci. Entriamo nel locale e ci bastano pochi secondi per capire che c’è una nota stonata.

Siamo noi la nota stonata.

Siamo noi terribilmente stonati e terribilmente out per quella serata.

Ci sembra di essere ad una festa di liceo, scopriamo in seguito di ritrovarci in una festa di matricole di Medicina, dell’università di Roma 2.

Le ragazzine sono tutte acchittatissime in succinti vestiti e tacchi misura 8. Hanno i capelli piastrati lisci o tenuti fermi da piccoli fermagli.

Alcune flirtano su un divanetto con un loro compagno, altre parlano tra di loro un po’ a disagio in mezzo alla sala. Ce ne sono altre che in quell’ambiente sembra ci siano nate.

Mi guardo e guardo le mie compagne e ho l’impressione che in un momento ci siano caduti un secolo di vita sulle spalle.

Loro hanno gambe lunghe, e un seno piccolo. In altre il seno è ben sbocciato. Quei corpi mi sembrano così giovani da dimostrare ancora meno dell’età che in realtà hanno.

Fab mi guarda e dice – Se nostra figlia esce così, le metto il burqa –

Il ragazzo di Pì aggiunge – Ragazzi, dopo questa serata ho preso coscienza che c’è rimasto il circolo della bocciofila.-

Andiamo a chiedere un cocktail, ma la maggior parte di quelli che chiediamo non vengono fatti. Possono proporci solo dei lime.

Ci suggeriscono una finta capiroska alla fragola, ma la barista ci tiene a puntualizzare – E’ simile ma non è la stessa cosa-

La beviamo, ed effettivamente non è male.

Dopo un paio d’ore siamo fuori dal locale. La maggior parte dei ragazzini si accalca nel locale per entrare, noi siamo quelli che usciamo.

E’ l’una di notte e noi crolliamo di sonno in macchina, un po’ sfiniti, un po’ depressi.

Abbiamo 30 anni ma ieri sera ce ne avevano cuciti addosso almeno il triplo.

31 commenti:

  1. Quando mi capita di girare di sera per Bologna mi succede anche a me di sentirmi mooolto più grande dell'età che ho, immagino benissimo cosa avete provato. Ancora non ho 30 anni, ci sono vicina, me ne mancano 2 ma se proprio ti devo dire la verità non mi dispiace x niente che manca così poco che quasi quasi non vedo l'ora....se il tempo passa mi può solo far piacere!! E poi già progetto una super mega festa!ahah!!
    Ciao!
    Lety

    RispondiElimina
  2. io ne ho 21 ma bastano e avanzano per sentirmi anni luce lontana da quelli che ne hanno anche solo 3 meno di me...

    RispondiElimina
  3. non abbiamo più l'età... sigh!

    RispondiElimina
  4. @ribbon... hai solo 21 anni e fotografi così????? ora mi suicidio veramente

    RispondiElimina
  5. Le ragazzine mi sembrano le mie allieve. A parte che a scuola non ci vengono tutte in tiro, ma per il resto la descrizione calza...

    RispondiElimina
  6. È capitato anche a me.. rispetto alle matricole mi sento davvero vecchio. In certi locali, mi sento vecchio. Anche rispetto a certi miei coetanei, a volte, mi sento vecchio.
    Unica consolazione: ho "solo" 23 anni..
    Via.. abbiamo ancora tempo per sentirci vecchi...
    Anche se:"Ragazzi, dopo questa serata ho preso coscienza che c’è rimasto il circolo della bocciofila" questa la tengo e la prenderò in prestito quando sarà il momento... :)

    RispondiElimina
  7. hahahah bussola o ti adoro! non ti suicidare ti prego!!!

    cmq le figlioline vengono istigate non poco
    tv a parte, se entri in un negozio qualsiasi che sia un minimo "in"
    noterai che non esistono vestiti invernali, ma solo microvestititni trasparenti e micropantaloncini corti da abbinare a tacchi vertiginosi e ciglia finte lunghe 10cm
    per forza poi vengono su zoccol....hem....estroverse!

    RispondiElimina
  8. Se mi raggiungete io sono alla bocciofila!

    RispondiElimina
  9. Capita anche a me di trovarmi fuori posto in alcuni locali. Non ho più l'età.

    Un abbraccio e buona settimana!

    RispondiElimina
  10. Ho 28 anni e tra pochi mesi 29..Non sono ancora arrivata ai trenta ma mi sto accorgendo che gli anni sono volati via in un attimo! Ricordo ancora ieri la festa dei miei 18 anni!!

    RispondiElimina
  11. Quanto è brutto rendersi conto di essere vecchi!!! A me ogni tanto i ragazzini danno del "lei"!!!! Depressione!!!!! :))

    RispondiElimina
  12. ho 24 anni, esco con persone più grandi - anche di 10 anni, e mi rendo conto che il fenomeno è ubiquitario...ormai non puoi mettere piede in discoteca...trovo solo 20enni...che con tutto rispetto non mi fanno impazzire
    cmq tranquilla non sei tu che sei vecchia...ma forse loro che fanno cose da grandi (mi ci metto anch'io và!!)

    RispondiElimina
  13. che figo con questo post ho saputo la vosta età.... siete tutte giovanissime

    RispondiElimina
  14. ciao Bussola... ho trovato questo post molto divertente e... consolatorio, le cose che dici tu sono le stesse che dico io tutte le volte.. o meglio le pochissime volte che esco.. la frase poi di :
    Fab mi guarda e dice – Se nostra figlia esce così, le metto il burqa –
    è la stessa che io e il mio compagno ci ripetiamo continuamente.
    Eppure abbiamo solo 30 anni!!! Eppure, guardo i 40enni e mi dico guarda che belli che sono e che giovanili (rispetto ad esempio ai 40 dei nostri genitori)... ma quando in parte a te c'è una che ha 10 anni meno di te e ha la patente...

    RispondiElimina
  15. ciao e grazie di aver visitato il mio blog :)
    ho ricambiato con piacere.
    Interessante qui......... :)
    e' ovvio che se si entra in un locale dove ci sono 18enni e si ha 30 anni ci si sente fuori posto!!!
    potrebbe succedere anche il contrario e cioe' un 18enne che si sente fuori posto con 30enni.
    Bisogna frequentare i posti giusti a secondo dell'eta' se no e' ovvio che ci si trova fuori posto!!

    ciao a presto!! complimenti per il blog!!

    RispondiElimina
  16. Io ne ho...ma ne sento cuciti addosso mooolti meno... (siiiii, una scusa per andare avanti ^_*) :-P la mia non l'hai saputa ihihih

    Non amo la disco, però mi piace ballare, di certo non riuscirei più di un'ora (facciamo mezza và) a farlo su tacco misura 8
    buon lune

    RispondiElimina
  17. E come diceva Mike Bongiorno, "Allegria!".

    RispondiElimina
  18. decisamente... nella vita c'è di molto peggio

    RispondiElimina
  19. succede di sentirsi a disagio persino tra coetanei, figuriamoci quale possa essere il confronto con ragazzi più giovani di almeno un decennio! A me capita di avvertire un baratro con coetanei che (scopro a malincuore) non sono cresciuti affatto e li ritrovo a dire e a fare cose che nemmeno a 20 facevo, figuriamoci!

    RispondiElimina
  20. è vero mi è capitato anche questo

    RispondiElimina
  21. Pensa che io ne ho 20 e mi sembra di averne 40 quando vedo queste scene/persone e mi rendo conto di non aver il minimo interesse a comportarmi come loro o a fare le loro stesse cose!

    RispondiElimina
  22. concordo con quanto detto, in giro si "vedono cose" che ti fanno sentire vecchia proprio quando stai cominciando a vivere

    RispondiElimina
  23. Ciao, ma sai che ti capisco perche' sepsso qui capita ancha a me. Quando ci sono le feste di facolta' in cui vengono anche gli studenti io mi sento cosi' fuori posto, vestita come una nonna, con le scarpe basse e la coda. Alle 11 di sera io crollo dal sonno! E poi la musica non la capisco piu' ;)

    RispondiElimina
  24. Descrivi sensazioni note...adesso poi che sono mamma mi sento se possibile ancora più lontana da certi ambienti che prima mi erano così familiari...si cresce si cambia e si evolve....
    Buona notte

    RispondiElimina
  25. Che dire...semplicemente siete capitati nel posto sbagliato.
    L'età è quella che ci si sente...
    La tua è favolosa...goditela il più possibile.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  26. Non sono due tacchi e un vestitino scollato a fare giovane una mente! ;) Tu sei giovane d'età e dentro... e lo rimarrai a lungo. Loro... non ci giurerei :)

    RispondiElimina
  27. A volte è veramente difficile. Ci sono situazioni così scomode, in cui ci si sente così distanti e vecchi anche quando proprio non è il caso..

    RispondiElimina
  28. Capisci perché io e il Santo non usciamo quasi mai?Scherzo.
    Però è come dici tu, paro paro. Mentre leggevo facevo sì con il capo.
    Bel post!

    RispondiElimina
  29. Guarda se quello era l'ambiente dovresti essere felice di non esserti ritrovata e credo che questo non sia affatto sintomo di vecchiaia. Io sinceramente non cambierei mai con una ragazzina di oggi(ho 28 anni) e non perchè mi sento "il massimo" ma xchè come sono le ragazzine oggi io non vorrei esserlo mai neanche alla mia veneranda eta!:)viva i trentenni perchè sono stati degli ottimi 18enni

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...