domenica 3 novembre 2013

I momenti con Nicolò

I momenti No

Quando alle sette del mattino tu vorresti farti un’altra oretta di sonno visto che non devi andare a lavoro e ti sei svegliata due volte nella notte per allattare e lui ti guarda con due occhi da civetta nel buio e fa oscillare la culletta magnitudo sette della scala Richter chiaro indice che per lui l’argomento sonno si chiude lì

Quando mentre è nudo sul fasciatoio e con una mano tieni su le sue gambette mentre con l’altra cerchi di infilare sotto il pannolino pulito, lui ritiene opportuno che è il momento giusto per sguinzagliare il suo pistolino ed usarlo come idrante irrorando ogni cosa che gli capita a tiro

Quando piange e si dispera diventando paonazzo in volto pompando pericolosamente le arterie della testa e tu vorresti placarlo ma non sai cosa fare visto che lo hai allattato, lo hai cambiato, hai provato ad addormentarlo  etc ottenendo solo come risultato una breve pausa dal fragoroso pianto e un’espressione del viso del tipo: ritenta sarai più fortunata, non era questo quello che dovevi fare

Quando dopo aver percorso almeno venti volte il perimetro della casa con lui in fascia o sul mai tai che resiste stoicamente al sonno, finalmente crolla, allora lo posizioni nella culla e lo osservi dormire come un angioletto. Esci quindi serena e rappacificata dalla stanza. Dopo dieci minuti senti degli scricchiolii inquietanti provenire dalla stanza, quando vai a buttare un occhio nella culla trovi due occhi sbarrati da civetta, un grosso sorriso di chi ti aspettava da tempo, e un piede che si muove come un sismografo facendo oscillare la culletta contro il muro

Quando dopo avergli fatto il bagnetto lo tieni avvolto nell’asciugamano in braccio per riscaldarlo e lui ti ringrazia con una fragorosa puzzetta puzzona a cui segue implacabile la cacca. Ti sorride poi beato per essersi liberato

I momenti si

Quando dorme nella fascia o nel mai tai e tu senti il calore del suo corpo contro di te e il suono del suo respiro sereno e percepisci che sia tu che lui state bene

Quando dopo averlo cambiato ti fermi a giocare con lui sul fasciatoio ed emetti dei suoni a bocca aperta e lui fa di tutto per imitarti, riuscendoci a volte bene a volte meno. Ogni volta che ci riesce sorride perché capisce di aver fatto la cosa giusta.

Quando si addormenta su di te sdraiata sul divano e senti che nel sonno infila le sue mani nel tuo reggiseno

Quando fai finta di mangiarlo azzannandolo al lato del collo e lui si mette a ridere divertito per il solletico che ne riceve del tuo respiro

Quando passeggiando nella carrozzina dormendo, gli arriva il sole in faccia e corruga la fronte infastidito

Quando mentre dorme inizia a sentire l’ora della pappa che si avvicina e nel sonno inizia a ciucciare l’aria

Quando piange sul fasciatoio e tu inizi a parlargli come fosse una persona adulta e lui rimane così frastornato che smette di piangere e ti guarda inebetito come per cercar di capire il discorso

E tanto altro ancora

A conti fatti i momenti SI sono in numero superiore




16 commenti:

  1. Pro e contro di questa splendida avventura! =)
    Gli occhi sbarrati da civetta mi hanno fatto sbellicare dalle risate... potrebbe essere il protagonista di un film di paura nella versione no! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando nascerà la tua capirai.... Vederli così quando ti aspetti che dormono... E' davvero inquietante

      Elimina
    2. Quando nascerà... Il mio!
      E speriamo che si decida!

      Elimina
    3. quanto manca? quindi ci sei quasi?

      Elimina
  2. bello patatino...dai tieni duro...io i primi due mesi quando a volte capitava che urlasse perchè non so cosa avesse...la lasciavo a mio marito...uscivo...respiravo e poi di nuovo con lei...;) bel post...!!!!

    RispondiElimina
  3. nooo la pernacchietta cacchifera...quanti accapatoi lindi e pinti abbiamo fatto furi così!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per quanto una magra consolazione... non esser l'unica mi è di conforto

      Elimina
  4. la meravigliosa, impareggiabile, difficile, faticosa, unica avventura dell'essere mamme;-))

    RispondiElimina
  5. eh gia', i pro sono decisamente di piu'. e poi dai, meno male che la cacca la fa quando c''e l'asciugamano di mezzo, poteva andare peggio ;-)
    Bellissimo orsacchiottino lui!
    Tieni duro che poi migliora!

    RispondiElimina
  6. tutto meravigliosamente bello..
    un bacio a nicolo'

    RispondiElimina
  7. Andrà tutto bene...tra no e si ..imparerete ogni giorno a diventar genitori.:-)meraviglia.

    RispondiElimina
  8. sempre utile fare le liste :)

    RispondiElimina
  9. Bellissimo, complimenti!
    come papa' ne so qualcosa anch'io

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...