giovedì 28 aprile 2011

Eravamo batteri

Io e L. eravamo batteri, come batteri respiravamo poco e lavoravamo molto.

Eravamo in quel laboratorio per preparare la tesi. Eravamo manodopera gratuita, da sfruttare finchè si poteva.

Eravamo entrate lì, con l’idea che i centri di ricerca sono diversi dall’ambiente accademico. Magari lì non esiste il nonnismo, magari si ha la possibilità di trovare uno sbocco occupazionale.

Ma quel centro di ricerca fugò le nostre speranze dopo poco tempo.

Ci rimanemmo per due anni….. perché quando si lavora gratis …. Le cose durano per le lunghe….si diventa tutti molto pignoli...

Ci confondemmo con il rumore della cappa, consumammo terreni di cultura e materiale biologico senza fine e conto…..

L’ambiente era giovane ma poco accomodante…. Ognuno curava il proprio orticello….. dilaniavano il proprio cibo come solo un cane affamato può fare…. senza pensare a chi restava a guardare….

Io e L. quel cibo non l’abbiamo mai preso….. io ed L volevamo solo concludere la tesi…..volevamo solo il nostro nullaosta per la libertà.

Non ho un bel ricordo di quel periodo lì….. eccetto che di L. ed altre come L… altri batteri che respiravano poco e lavoravano molto…..

Ora L ha aperto un blog … e voi siete tutti invitati! Se vi va passate a farle un salutino…..

Un’altra cosina…. Gentile omaggio di Jos nel mese del mio compleanno

Devo condividere 7 cose di me a caso…..

1) Ho capelli lisci castani che a volte riesco a domare solo con la piastra
2) Ho numero di scarpe 39
3) Adoro il babà
4) Ho vissuto a Milano
5) Ho la fissa di chiudere il gas quando esco di casa
6) Sopra casa mia delle rondini hanno fatto il nido
7) Adoro la trasmissione chi l’ha visto

Chi continua la catena?!?! Interroghiamo interroghiamo…. Oggi interroghiamo i volontari :)

Una foto dell’epoca :) ormai dal sapore vintage





16 commenti:

  1. e ora che fai???
    io sono più o meno impestata nello stesso settore...ma a quanto pare lavoro non ce n'è! :(

    RispondiElimina
  2. Il passaporto per la libertà...ah quanti sacrifici :(
    Vado subito a curiosare...un abbraccio solidale

    RispondiElimina
  3. fico! ma di cosa ti occupi? :)

    RispondiElimina
  4. adoroooo anch io i babàààààààà.....

    RispondiElimina
  5. ora mi occupo di farmaci..... :)

    RispondiElimina
  6. ..anche io chiudo il gas prima di andar via, pero la foto è bella davvero.
    Ciao
    Maurizio

    RispondiElimina
  7. Respiro sempre meno, poi con questo post mi hai lasciata completamente senza fiato!!
    Qui nel paese dei balocchi si va avanti a produrre rifiuti e a sciacquare provette, per fortuna che ogni tanto nei corridoi della mia mente riecheggiano le risate che io, te, B. e P. ci facevamo!!

    Grazie mille per il post e aspetto tutti numerosi tra i miei post!

    RispondiElimina
  8. Foto interessante :D

    Le 7 cose? Non so...

    RispondiElimina
  9. Questo post è semplicemente delizioso!
    La tua amica L. ne sarà felice...:-)

    RispondiElimina
  10. io chiudo il gas anche la notte prima di andare a dormire!..un saluto! :)

    suerte.

    RispondiElimina
  11. io ho i capelli lisci che più lisci non si può, sembrano...svenuti sulla mia testa! :P Mia sorella pasticcia con gli stessi vetrini e anche lei cerca cerca cerca... :(

    RispondiElimina
  12. Anche qui ci sono situazioni come quella che hai descritto, in cui si lavora tantissimo e ognuno protegge il proprio orticello. E' triste. Ma l'importante e' che, come sempte, tu abbia tratto delle conseguenze positive :) Sei unica, e ora passo a trovare la tua amica.
    Ps. grazie di cuore per la tua gentilezza e disponibilita' verso il libro. Grazie mille.

    RispondiElimina
  13. Mi dispiace per i due anni gratis, spero che non li consideri solo come tempo perso ma come un'opportunità di esperienza.

    Baci

    RispondiElimina
  14. si infatti... per diverse cose sono grata a loro.....mi hanno mandato in messico dove ho conosciuto gente stupenda, in quel centro di ricerca c'era comunque tanta gente che amava il proprio lavoro e lo faceva con passione, ho conosciuto gente come L e alla fine se sono dove sono è grazie all'esperienza fatta lì

    RispondiElimina
  15. In effetti la pignoleria sulle spalle degli altri è di facile attuazione, anzi è una pretesa degli omoni che possono, con un sol colpo di giornale arrotolato, far fuori un'intera famiglia di batteri!

    RispondiElimina
  16. I dilemmi occupazionali che tormentano tutti, me compresa... solo sette? Credo non mi bastino :)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...