mercoledì 22 giugno 2011

Correva l'anno

C’e’ stato un tempo in cui eravamo adolescenti o giovani ragazzi. Correvano gli anni 80 e noi con loro.

Era il tempo in cui si andava a scuola in motorino, con il SI o con il Ciao. Se eri ragazza come me molto probabilmente non ne avevi uno di tua proprietà, ma molto volentieri salivi per farti un giro su quello di qualche amico.

Se andavi a scuola senza INVICTA eri OUT! Eri uno che nella società giovanile valeva zero. Idem per l’orologio Swatch. Ho perso il conto di quanti ne cambiavo in quegli anni.
Le Dr. Martins non erano obbligatorie…. Ma davano quel non so che… di figo



Erano gli anni in cui si mettevano i ciucciotti, per abbellire ogni cosa. Io li portavo appesi al collo insieme ad una catenina, intrecciati tra i lacci delle scarpe, e sospesi alle stringhe dello zaino…

Ne avevo fatto dono uno persino al mio bassotto di nome Snoopy, che se lo portava suo malgrado appeso al collare.



Erano gli anni in cui si leggeva il Corriere dei Piccoli o Cioè.

Generalmente partivi dal primo e poi…. Quando il seno cresceva, le gambe ti si allungavano e ti veniva il primo ciclo, passavi ad addottrinarti sul secondo. Di norma poi su questo trovavi solo test su come sarebbe stata la tua estate




Erano gli anni dei primi fidanzamenti…. Dei primi baci e delle canzoni dedicate al jukebox al bar vicino alla scuola.



Gli anni dei falò sulla spiaggia e delle notti passate con il naso all’insù per veder le stelle cadere e in prossimità della festa di San Lorenzo. Gli anni delle canzoni cantate vicino al fuoco mentre in spiaggia iniziava a calar l’umidità della sera.

Gli anni dell’espradillas in estate e dei loro mille colori




E dei Montclaire in inverno…..



Perchè…. In ognuno di noi oltre a profumi di estate, canzoni sulla spiaggia, giri in motorinocon i capelli al vento…. erano gli anni in cui...Si nascondeva un piccolo impertinente e cattivissimo PANINARO



31 commenti:

  1. che bello questo post, anche molto commuovente! quanti ricordi!!!

    jos xx

    RispondiElimina
  2. Avevo l'invicta pieno zeppo di scritte... la SMEMO che non era un diario ma una bibbia (anche di peso verso la metà dell'anno e chiusa con un laccio per la fine!) avevo i docs perchè ero grunge/punk... e NO nada motorino... ho sempre dovuto comprarmi le cose con i miei risparmi e quindi quello proprio non ci stava.. (solo la bici)!!! per quel che riguarda averlo in regalo tipo alla fine dell'anno se venivo promossa la frase era: vieni promossa per te stessa mica per noi genitori... è già un regalo quello! :-DDD

    RispondiElimina
  3. quanti ricordi *__* il cioè, mitico. ma lo vendono ancora?
    ma lo sai che alcune mie alunne ancora portano i ciucci ai lacci delle scarpe!!

    RispondiElimina
  4. A me piacevano i ciuccetti, li aveva mia sorella!
    Mentre lo zaino invicta mi ricorda troppo quello che avevano i miei cugini! :-)

    RispondiElimina
  5. Correva l'anno 2011.
    Ho visto le espadrillas al supermercato.
    Tutte noi portiamo leggins sotto t-shirt extralong.
    Adolescenti si aggirano con ciucci appesi agli orecchini.
    Forse che sian tornati di moda gli '80?
    Ora ditemi che non ritornano pure le spalline, vi prego (ai tempi io ero solo una bambina è ho sempre pensato "bhè, dai, almeno quelle me le sono evitate...").

    A parte questo complimenti per il blog =)!!!

    Susibita (http://susibita.blogspot.com/)

    RispondiElimina
  6. ...e il ciuffo laccato????
    ...e le camicie naj oleari????
    ...e le all star????
    ...e come dice daisy la smemo farcita come un panino????
    ...e quando le telefonate chilometriche alle amiche le dovevi ancora fare dal fisso alla mercè di tutto il parentado????

    te lo dico: ho amato questo post!!!

    :)
    emme

    RispondiElimina
  7. oddio ragazze quante altre cose mi avete fatto venire in mente....e già i diari che erano un pò delle bibbie... le telefonate al fisso... le all stars....

    le spalline me le ricordavo... ma le avevo rimosse volutamente.... quelle erano veramente oscene

    RispondiElimina
  8. Che magnifico post!Correvano gli anni 80,non correvo con loro,per superati limiti di età,ma appresso ai figli che correvano,eccome se correvano,rivivo tutti i passaggi che elenchi, il Ciao e le paure che mi portavo dietro,l'Invicta,i diari dove non c'era niente che riguardasse la scuola,gli swatch,le timberland..Mi hanno risparmiato il montclaire,e tutto del Paninaro.
    Ti ringrazio e chiedo scusa per essermi catapultata quì,senza neanche bussare..

    RispondiElimina
  9. TRACCIA HORROR:
    Complimenti a tutte per la straordinaria MEMORIA...sarà che io l'adolescenza sono riuscita a rimuoverla...in particolare le SPALLINE...anche in estate...brr..non posso nemmeno nominarle senza provare un conato di vomito...come abbiamo potuto arrivare a tanto autolesionismo...vabbè, vado a fare qlc per distrarmi... :O

    RispondiElimina
  10. Quanti ricordi ha fatto venire a galla.... avevo dimenticato quanta emozione c'era in quegli anni... e noto con piacere che i tuoi ricordi sono anche i miei ricordi... conservati gelosamente in un cassetto della memoria che a volte vale proprio la pena aprire... grazie!!!

    RispondiElimina
  11. ti confermo che la prima parte (invicta, swatch, Dr. Martins, corriere dei piccoli, cioè e ciucciotti) va bene anche per i primi anni '90
    che nostalgia.. :')

    RispondiElimina
  12. oh, mamma bussolina.... quanti ricordi....
    che tenerezza...
    ^__^
    Grazie per avermi riportato alla mente certe cose...

    RispondiElimina
  13. Bè ma io ricordo anche gli anfibi every season, gli scaldamuscoli...
    i piedi colorati e puzzolenti appena usciti dalle espadillas....

    bellissimo post!

    RispondiElimina
  14. Ho abbandonato i ciucciotti passando al liceo ma prima abbondavano appesi al mio Invicta (in casa, da qualche parte, ci sono ancora), andavo alla stazione a prendere il treno con il mio Sì (in continuo sfottò con i proprietari dei Ciao), sfoggiavo lo Swatch ma sono presto passata ad orologi "da grande". Per il resto ero una ragazzina piena di personalità ;)

    RispondiElimina
  15. Mancano le timberland e le calze Burlington...ma per il resto c'è tutto...anzi no che ne dici dei capelli permanentati e le spallone...mitici anni 80...un po' cheap e un po' eccessivi...ma ovviamente mi mancano tantissimo!
    Grazie per il commento sul mio blog
    Mari

    RispondiElimina
  16. ahahaha davvero io e le mie dr martens ahahhha coi pescetti e le margheritine ahahahah sarebbe stato ancora + interessante mettere a confronto le copertine di un'annata e di questa + recente ahahah

    RispondiElimina
  17. E quei cacchio di ciuccini stanno pure tornando!

    O____o

    RispondiElimina
  18. o mamma mia. Io ero un'adolescente nei mitici '80. Mi ricordo che quando stavo a "rota" di Cioè (della serie che l'avevo letto tutto almeno un paio di volte e non c'era più niente da leggere, nemmeno la composizione della redazione), rubavo i fotoromanzi di mia zia. Se stavo proprio male il Postalmarket di mia madre. Aiuto, devo prendere una boccata d'ossigeno! ahhaahahahahhaha

    RispondiElimina
  19. C'avevo tutto...o quasi.
    Zaino invicta con attaccati una sfilza di ciuccetti,tappa settimanale in edicola per il cioè,Dr Martins che conservo ancora gelosamente in qualche scatola della soffitta,una vasta gamma di plasticoni swatch e...oh ma ti dimenticata la smemoranda?
    E poi il mio terribile ciuffo tutto cotonato e laccato?
    A pensarci bene tempi orribili !!

    RispondiElimina
  20. Io portavo i Dr. Martins anche ad AGOSTO! Mia mamma mi chiedeva come facevo (con quel caldo!) e io le rispondevo che erano le scarpe più comode che avevo mai avuto!

    P.S. avete visto che in TV fanno la pubblicità dei ciucci? Con quella tipa bionda (Fiammetta si chiama?) che dice: "e non chiamateli ciuccini"!!!

    RispondiElimina
  21. ahahahahaha

    ma veramente???????

    RispondiElimina
  22. io le dr marten's le metto ancora oggi... agosto, luglio, settembre, febbraio perchè sono comode per davvero...
    ho sempre voluto quelle coi fiorellini e al NO secco di mia madre, ho risposto disegnandomeli da sola.

    RispondiElimina
  23. Anni lontani in cui io non ero una paninara ma una dark. Mi hai ispirato per un post.

    Un bacione cara

    RispondiElimina
  24. Mamma mia che spettacolo di post.. io ho un po' meno anni di te (pochi direi) ma tutte queste cose (a parte il diario paninaro)le ho viste e/o ci sono passato pure io..
    E ti dirò.. il mio Si dei bei tempi ora sta prendendo polvere e ragnatele in garage.. :/

    Quelli si che erano anni :)

    RispondiElimina
  25. Questa si che è stata una bella sorpresa!!! :D quante cose che mi hai ricordato... Eh si, stiamo decisamente nostalgiche!!! :)
    Sere

    RispondiElimina
  26. Mi hai fatto venire una nostalgia aggressiva e invadente. Come la mettiamo mo? I ciucci non li scorderò mai, un tizio me li lasciò attaccati con lo scotch al citofono... secondo lui un gesto d'amore senza eguali -.-

    RispondiElimina
  27. S`, i ciucci, l'invicta e il cioé: quanti ricordi!!!!

    RispondiElimina
  28. Che bei ricordi...Io avevo lo stesso invicta della foto..ma puntavo a quello blu e giallo era + figo!!!ma sarà l'inizio dell'estate che da uno strano senso di malinconia!!!

    RispondiElimina
  29. mamma mia che tuffo..io ho avuto quasi tutto e a suo tempo fui pure "paninara". Quanti ricordi....che rimangono con noi!!Grazie per questo tuffo...Un saluto, Ale.

    RispondiElimina
  30. ...che bello questo post. No, davvero, mi sembrava di essere a "I migliori anni" di Carlo Conti. È bello per me scoprire com'era essere ragazzi in anni diversi da quelli che hanno visto me esserlo. Io negli anni 80 nemmeno c'ero, eppure ancora oggi trovo qualche ciucciotto di qualche mia cugina più grande in giro per casa, mio zio custodisce ancora geloso il suo "Ciao" nel garage. È bello vedere come cambiano gli anni e cambiano nelle mode, ma sotto sotto tutto rimane uguale.
    Mi piace il tuo blog!
    Ciaoooooo
    p.s. "Cioè" l'ho letto anch'io, quanti soldi ho buttato...

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...