mercoledì 15 settembre 2010

Messaggeri strani

Mia madre a 3 anni perse sua madre e rimase orfana, lei con altri due fratelli. Suo padre dopo poco si risposò con una seconda donna da cui ebbe altri 3 figli.

Se sei ricco e anche un bell’uomo, non ci metti molto a trovare una seconda donna.

Le scuole dell’obbligo mia madre le ha passate in collegio, con la sorella più grande. Una volta cresciuta è ritornata in paese, con la famiglia.

La storia di mia madre da piccola era affascinante quanto un racconto dell’ottocento. Aveva tutto: tragedie, amori fraterni indissolubili, fantasmi, tradimenti.

L’idea che mia madre fosse rimasta orfana molto giovane, ha fatto sempre temere a mia madre, me e mia sorella che lo stesso potesse accadere nella generazione successiva. Non c’è compleanno, natale e festeggiamento che mia madre non ringrazia Dio di aver la possibilità di poter vedere le sue figlie crescere.

E lo stesso facciamo noi.

Mia madre ha un rapporto speciale con i cani. Lo ha sempre avuto anche da bambina. Una volta piccolissima si perse in una campagna, la ritrovò il pastore tedesco di famiglia che la prese per il vestitino e la trasportò di peso a casa. Riuscì a non farle male e a non strapparle il vestito. I familiari la videro rientrare in quel modo e rimasero a dir poco senza parole.

Un’altra volta mentre dormiva, sentì l’ululato di un cane in casa. Era adulta e ormai madre di me e di mia sorella. Si svegliò immediatamente e andò nelle altre stanze a controllare dove si fosse nascosto il cane (pur sapendo di non aver nessun cane in casa). Non c’era nessun cane (come era ovvio che fosse) ma in cucina c’era stato un cortocircuito tra i fili elettrici del frigorifero, e l’elettrodomestico stava iniziando a prendere fuoco. Se non fosse stata svegliata da quell’ululato probabilmente sarebbe finito tutto in tragedia.

Anche in altre situazioni i cani le hanno segnalato situazioni degne di attenzione.

Un’anziana del paese diversi anni fa, le disse che i cani sono i messaggeri dei defunti. Mia madre non trovò il fatto improbabile.

Ho fatto una ricerca su internet e non ho trovato granché sull’argomento.

I Celti pensano questo…..
Per i Celti il cane era visto come un essere appartenente a due mondi: quello umano e quello spirituale. E' simbolo di protezione della comunità umana dei vivente, ma anche dei defunti, essendo il guardiano del regno dei morti, animale caro alla Dea, come guardiano del suo regno e dei suoi misteri. Il cane ha anche funzioni di guaritore, ed è quindi associato alle acqua curative e al potere di guarigione.

Certo noi Salentini, con i Celti non abbiamo mai spartito niente….

Io ho smesso di farmi domande sull’argomento…. Anche perché l’idea di aver un morto in paradiso che parla con un cane e ti avvisa se c’è qualche problema…. Alla fine non è poi così malvagia.

Vi linko ad un precedente post dove c’è mia madre che gioca con una farfalla cliccate qui

30 commenti:

  1. Che bel post! *.* Tua madre deve essere una donna speciale:)

    RispondiElimina
  2. Concordo con Ginger.

    I cani messaggeri... potrebbe essere, mi piace pensarlo. Il cane è fedele, è il miglior amico dell'uomo, non ti abbandona mai, sta sempre accanto ... un po' come un angelo.
    ... E allora direi proprio che potrebbe essere un messaggero!

    RispondiElimina
  3. Questo racconto mi ha messo un pò i brividi ma non in senso negativo...sono scettica di natura ma avere la speranza di avere accanto a te ogni giorno una specie di angelo custode è rassicurante...
    La storia di tua madre è molto bella.

    RispondiElimina
  4. Anche io credo che i cani siano messaggeri, che siano esseri speciali!
    Se hai un minuto leggi questo mio post
    :)

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. non ho parole, la storia di tua madre mi ha ricordato alcune delle vicissitudini che la nostra famiglia collega alla leggenda di mia nonna (morta quando mio padre aveva 16 anni) ed i cani che, nel tempo, hanno attraversato la mia vita... mi hai commosso...

    RispondiElimina
  7. ovviamente dopo mezz'ora di tentativi per postare il commento ne ho addirittura due uguali!!

    RispondiElimina
  8. Tua madre deve essere una donna fantastica. Gli animali, i cani, sporiti che vogliano essere, comunicano solo con chi ha un cuore degno e una sensibilità spiccata... per capire. Abbraccio te e la tua mamma!

    RispondiElimina
  9. grazie a tutte ero un pò titubante su come potesse esser interpretato questo post.....
    vi assicuro che mia madre non è una che inventa le storie.... e quando parla di queste cose lei è molto seria.....
    io come dicevo ho smesso di cercar risposte o spiegazioni

    RispondiElimina
  10. Non avevo mai sentito dire che i cani sono messaggeri dei defunti: certo è che hanno una sensibilità e un cuore grande! Io ho da 2 anni un cagnolone meraviglioso, la mia prima esperienza nel mondo canino, e sono davvero soddisfatta perché mi riempie sempre di gioia e...mi capisce!
    baci baci

    RispondiElimina
  11. Ci sono cose invisibili a molti... solo alcune persone riescono a sentirle... è questione di sensibilità. Chi ama e riesce a comunicare con gli animali fa parte di questo gruppo di persone... tua mamma era sicuramente una di loro, sei stata fortunata.
    bellissimo post.

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. ecco, mi hai fatto tornare alla mente un sacco di ricordi...

    Charlie

    RispondiElimina
  14. Che bel messaggero!

    RispondiElimina
  15. che bella storia, non guarderò mai più un cane con noncuranza. baci

    RispondiElimina
  16. Bellissima storia bussola! i cani sono speciali e hanno un sentire particolare, ne sono convinta anche io, e non sono i soli animali con questa dote, secondo me anche i cetacei hanno questa sorta di speciale intelligenza emozionale, se mi lasci passare l'espressione.

    RispondiElimina
  17. Questa storia e' bellissima. Non conoscevo questa credenza dei celti ma ho sempre pensato che i cani e anche gli animali in generali siano creature speciali. Mio padre pensa che siano angeli. :)

    RispondiElimina
  18. è bello leggere l'amore descritto così bene!

    RispondiElimina
  19. Che bello questo post. Sembra l'inizio di un romanzo ed è così fantasticamente vero! Amo gli animali e non mi sorprenderei se la leggenda non fosse poi tanto leggenda... che bello.

    RispondiElimina
  20. Sono rimasta colpita dalla tenerezza di questo post. Complimenti.

    RispondiElimina
  21. Sei riuscita a farmi piangere. Non che sia questa grande impresa, io sono una fontana ambulante.
    Bel post, molto commovente.

    RispondiElimina
  22. Persone delicate e sensibili! Ce ne fossero di più!
    P.S.
    E' notorio che i cani (ma anche altri animali, le oche in modo particolare) avvertano certi pericoli: i terremoti, nella seconda guerra mondiale l'imminenza dei bombardamenti aerei, ...

    RispondiElimina
  23. In questa storia pesano allo stesso modo, l'amore che tu provi per tua madre e l'amore che tua madre nutre nei confronti dei cani.
    Una storia magica che si cuce sulla pelle.
    A presto,
    Heidi

    RispondiElimina
  24. Il cane è il miglior amico dell'uomo, ti sta sempre accanto senza doppi scopi e dona all'occorenza anche la sua vita per il suo "padroncino".... il fatto che possa essere collegato con il cielo non è da escludere.
    ciao

    RispondiElimina
  25. non hanno spiegazione certi accadimenti, eppure succedono. Alla mia bisnonna succedeva la stessa cosa. Noi le abbiamo sempre creduto. E pensa che era molto amata da tutto il paese. Donna di grande altruismo e sensibilità. Evidentemente vengono scelte persone speciali per elargire certe doti...

    RispondiElimina
  26. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  27. Scrivi davvero bene. Il tuo post è molto bello, velato di tenera malinconia. Mi ha commossa.

    RispondiElimina
  28. ma che splendide parole avete usato.... tutti veramente....

    sono io che mi commuovo ora....

    RispondiElimina
  29. no... è tutt'altro che malvagia... anzi una benedizione! E credo che serva anche a scaldare il cuore... a farla sentire comunque vicina alla madre... meglio di così!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  30. Veramente affascinante la storia di tua madre!
    Un bellissimo post!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...