sabato 14 settembre 2013

Ci avevamo creduto

Ci avevamo creduto.

Delle contrazioni durante il monitoraggio di martedì, non elevatissime non ravvicinatissime ma abbastanza da esser percepite e avermi fatto grondare di sudore. Poi la notte vengo svegliata da dolori tipo ciclo, anche in questo caso non contrazioni ma dolori costanti e intensi. La notte passa così movimentata in preda a queste fitte, e al dubbio amletico se andare o meno in ospedale, fino a quando non riesco a riaddormentarmi. Quando mi risveglio la mattina non ho più nessun dolore ma ho una sensazione di aver fatto una giornata di palestra per esercitare i muscoli a livello dell’internocoscia, una sensazione quanto meno bizzarra.

Nei due giorni successivi questi dolori vanno e vengono a loro piacimento, comparendo di giorno o di notte in base ai loro gusti, a casa o durante un aperitivo con gli amici.

Insomma ci avevamo creduto. Avevamo sperato che Nicolò avesse deciso di venire a farsi conoscere, o quanto meno avesse iniziato a preparare la valigia.

Ma invece il mandrillo ci ha ripensato.

Ieri altro monitoraggio. Quando l’infermiera mi lega alla macchina io ero in preda ai doloretti. Ero contenta, la macchina avrebbe rilevato delle contrazioni o qualsiasi cosa quei doloretti rappresentassero.

E invece nulla. Io grondavo sudore, ma quella zoccola di macchina non percepiva la minima traccia del nulla, uno zero carbonella, il niente che più niente non si può. Nessuna contrazione. Tutto fermo. Solo il movimento del bambino che in quel frangente sembra essersi fatto uno striscio di coca e aver iniziato a ballare una danza Maori.

La dottoressa fortunatamente venuta a controllare il tracciato, mi vede e percepisce che c’è qualcosa che non va a dispetto di quello che dice la macchina. Mi chiede se percepivo dei dolori. Le rispondo affermativamente. Decide di farmi una visita, nonostante per venerdì fosse previsto solo un monitoraggio.

Sono contenta, così capisco se lì in fondo al mar, in fondo al mar sta cambiando qualcosa, tipo che un salmone si prepara a saltar via.

Ma nulla. Il salmone manda a dire di star sereni, lui sta bene dove sta!
La dottoressa conferma quanto detto nell’ultima visita: parto chiuso, utero girato, bimbo felice.

In fondo al mar, in fondo al mar.
E non si rischia di abboccar no, non c'è un amo in fondo al mar.
La vita è ricca di bollicine, in fondo al mar, in fondo al mar. In fondo al mar, in fondo al mar.

Sconsolati quindi ce ne torniamo a casa, con i nostri doloretti, Nicolò sguazzante e saltellante, e l’utero perfettamente chiuso e all’attivo quattro monitoraggio in cui ci sentiamo allegramente beffeggiati da nostro figlio.

Primo monitoraggio: contrazioni ma di bassa entità che non le percepisco neanche
Secondo monitoraggio: calma piatta su tutti i fronti
Terzo monitoraggio: contrazioni
Quarto monitoraggio: calma piatta su tutti i fronti (ma io percepisco dolore)

Lunedì finisco il tempo. Giorno 16 è la mia dpp. Farò un altro monitoraggio.

Venghino signori venghino….. altro giro altra corsa…

Lo spettacolo lo offre Fagiolino. Spettacolo lungo. Lui dice che si va ai tempi supplementari se non proprio ai calci di rigore.























28 commenti:

  1. Ma che bella pancia!!!
    Dai che comunque manca poco :)

    RispondiElimina
  2. Guarda che ci mette un attimo a cambiare idea! ;-))))
    Dai che ci sei!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mammapiki ti prego convincilo tu a cambiare idea :) con me non funziona..... Non mi ascolta

      Elimina
  3. dai Bussolina, tieni duro che ci siete ;) un abbraccio
    foto bellissime :)

    RispondiElimina
  4. che belle queste foto...da invidia.
    mi piace la tua pancia ..quando ero incinta di mattia ero proprio cosi'..lo stesso volumedi girovita..
    e piu' o meno lo stesso peso..
    chissa' se gli assomiglia quando nasce ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se poi gli somiglia Fab si preoccupa ;)

      Elimina
  5. pensa però quanti bei ritratti da matrioska sta permettendo di scattare al papà!
    Su, dai, questione di poco, buon fine settimana!

    RispondiElimina
  6. Che bella ...forza ci siamo ...bellissime foto .

    RispondiElimina
  7. Non ne vuole proprio sapere allora!
    Dategli tempo... di sicuro in fondo al mar, mal non si sta! ;)

    Tegolina ed io tifiamo per voi!

    RispondiElimina
  8. Mi piace leggere il tuo blog :) mi fai ridere un sacco ,spero che il dolce Salmone si sbrighi a nascere ,sono curiosa di vederlo :) <3

    RispondiElimina
  9. Forza forza, i dolorini sono i prodromi, vuol dire che siete vicini alla meta!

    RispondiElimina
  10. Cioe', dolorini una cippa, mi ricordo che fanno un male boia, ma comunque prodromi sono, e comunque vicini alla meta siete :-)

    RispondiElimina
  11. Foto bellissime! La sesta è la mia preferita! In bocca al... pupo! :)

    RispondiElimina
  12. Quando volete mi potete dare gli estremi dei vostri contocorrenti bancari..... Siete meglio di una seduta da uno psicologo

    RispondiElimina
  13. ciao!
    sono passati mesi dall'ultima visita quì al tuo blog....ma anche al mio :(
    ora sono tornata e voglio continuare a scrivere, perchè è un forte antidepressivo!
    e cosa leggo? ormai siamo arrivati al parto !!!!!! o quasi eheheheh!
    ricordo ancora le mie contrazioni , iniziate alle 4 di notte e finite, per nascita di mattia, alle 16 !
    wow che dolore!
    ma vedrai che quando è il momento scalcerà talmente forte che non potrai avere più dubbi!
    auguroni!♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ben ritrovata! capita anche a me di far dei periodi di pausa .... a volte un pò di disintossicazione dal pc è importante per ritrovare nuove energie..... nuova creatività..... non c'è cosa peggiore che scrivere un post quando si sente che non si ha niente da dire ma si è obbligati a farlo

      Elimina
  14. finchè la placenta è bella turgida ed il suo cuoricino batte tranquillo stile salsa e merengue lascialo lì al caldo, col casino che c'è qui lascialo in pace

    RispondiElimina
  15. forza forza ormi ci siete e volente o nolente il tuo piccolo salmone dovrà lasciare le acque materne e venir fuori!!! un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Del resto ormai ha soli 10 giorni altri di libertà .... Ed effettivamente volente o nolente qui li tocca

      Elimina
  16. Con la mia seconda figlia ho avuto l'utero dilatato di 2 cm e mezzo per 11 gg. Parto aperto ma zero contrazioni.
    Rilassati, tanto decidono loro quando uscire.
    'Sti mostriciattoli! :-)

    RispondiElimina
  17. Dai che ci sei...il salmoone alla fine troverà la via giusta e si farà abbracciare!
    p.s. Bella che sei con la super panciona!!!

    RispondiElimina
  18. Il countdown è già iniziato, ormai il latitante è alle strette!

    RispondiElimina
  19. Mi ricorda i miei....10 giorni circa (dopo la dpp) per mettere fuori la testolina...pigri erano e pigri sono rimasti.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...