mercoledì 22 febbraio 2012

Tempo al tempo

Il giorno della partita Roma - Napoli dissi al nipotino di Fabrizio....

- Ehi Leo lo sai che oggi vengono a cena a casa mia altri bambini..... anche una bimba dell'età tua molto carina....

Quella sera per la partita Leo e la sua mamma furono i primi a suonare il campanello del mio portone.

La casa in poco tempo si riempì di adulti e bambini, e per quanto non fosse questa di grandi dimensione ognuno trovò una giusta collocazione.

La bimba in questione e la sua famiglia furono gli ultimi a presentarsi all'appello degli invitati.

Leo quando la vide varcare la soglia di casa, ne rimase folgorato, probabilmente andava oltre le sue aspettative.

Piccola, graziosa, bionda, agghindata di fiocchetti e ninnoli come ad ogni rappresentante del gentil sesso si deve, la bimba era al top dei desideri di uno scugnizzetto treenne.

Per non lasciar adito a dubbi, come folgorato da un'idea geniale Leo scappò nella mia stanza da letto e si mise a rovistare nella busta che la madre aveva portato con sè da casa sua.

Trovato ciò che cercava ritornò in stanza trionfante e sventagliò sotto il naso della bambina il suo pigiama.

Il messaggio era chiaro

- Se proprio non vuoi una scopatina almeno facciamoci due smancerie in abiti comodi... sollazziamoci pure in tranquillità

a dimostrazione del fatto che al maschio quando un esemplare di sesso femminile di gradevoli fattezze entra nella propria area visiva gli va in pappa il cervello e perde il controllo della situazione.

La bimba un pò per timidezza, un pò per eleganza declinò gentilmente il goffo invito preferendo la compagnia di altre bambine seppur più giovani di età......

Leo trovò rapida consolazione nei vari giochi sparsi per casa e dimenticò lo sgradevole accaduto.

Diamo una decina di anni a questi due e le cose cambieranno, perchè è legge ineluttabile ed imprescindibile che le principesse vanno sempre a finire con i bricconcelli dal cuore buono.. Noi. , e i suoi genitori, gli aristogatti, Shrek, Lilly e il Vagabondo, La carica dei 101, lo possiamo testimoniare.


13 commenti:

  1. ma che tenerezza!! :))) suerte

    RispondiElimina
  2. ahah.. che piccolo latin lover! :'-)

    RispondiElimina
  3. Oh, che bella sorpresa mi hai fatto! Adoro i tuoi post,ma questo lo conservero'. Anche perche'in futuro potrebbe servirmi per ricordare alla signorinella in questione quanto seria e morigerata fosse da bambina:). Leo e'favoloso e sono certa che sotto sotto anche lui abbia fatto colpo ...si Sto arrivando! che ogni femmina che si rispetti dice NO quando pensa SI.Ti amo,bussola.P. S.Alla parola "scopatina" il papa'e'svenuto. Ora e' in cucina che tenta di riprendersi dallo shock:)

    RispondiElimina
  4. ahahahahah Carola.... lo immaginavo..... i padri a certe cose non sono mai preparati :) ad ogni modo ancora ha tempo.... finchè può por respirare tranquillo

    RispondiElimina
  5. Non mi sorprende che Leo sia rimasto incantato: è davvero una principessa. E adoro i suoi softies!!

    RispondiElimina
  6. ma che delizia questa cucciola! Leo è sempre più bello!

    RispondiElimina
  7. Bellissimi questi bimbi!

    Un abbraccione

    RispondiElimina
  8. bellissimo post bellissimi loro che mi mancano un sacco :)

    RispondiElimina
  9. Leo è un po' vecchia maniera: oggi un treenne si presenterebbe con una confezione di condom, inviterebbe la donzella a gonfiarli con lui, e poi... "da cosa nasce cosa"...
    Foto, a dir poco, bellissime.
    Ciao.

    RispondiElimina
  10. Ma sono tenerissimi...da grandi faranno strage di cuori :)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Ma daiiiiii! Ma fino a quando hai vissuto lì? Siamo state vicino senza saperlo..

    RispondiElimina
  12. E facciamoli crescere questi pupi... poi si che ne combineranno di belle! :)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...