mercoledì 6 ottobre 2010

Non è colpa mia…..

La prima volta che mi ubriacai penso di aver avuta una decina d’anni. All’epoca vivevo a Roma, con la mia famiglia e tornavo a Lecce solo per le vacanze comandate….non molto diversamente da come faccio ora, solo che adesso la mia famiglia è a Lecce.

Noi bambine di città eravamo un po’ più tonte di quelle ruspanti di paese. O almeno io lo ero….

Nel confronto con mia cugina, mia coetanea figlia della sorella di mia madre, io ero la figlia obbediente e lei la figlia discola, che tradotto significa una tonta e l’altra sveglia che si sarebbe fatta strada nella vita.

Ringraziando il cielo… la vita poi ti porta a svegliarti…. E diciamo i conti si sono pareggiati…

Ad ogni modo all’epoca lei era sicuramente una spanna avanti in intraprendenza e capacità organizzative.

Le nostre madri ci avevano lasciate sole a casa nostra di mare, mentre loro erano in giro a far commissione. Mia cugina, ebbe la brillante idea di preparare una ricetta per ammazzare il tempo, alla parente tonta….

- Che ne dici se preparo…..mmmm…. vediamo un po’….. le pesche col vino?!?! –

Ma si perché no….. era una ricetta a me all’epoca sconosciuta… figuriamoci se mia madre mi avrebbe mai preparato le pesche col vino…

In poco tempo, pulì diligentemente le pesche, le tagliò a tocchetti, le versò nel bicchiere e affogò quest’ultimo con vino dopo averci messo un cucchiaio di zucchero.

Non ricordo bene quante pesche utilizzò ma quasi sicuramente poche…. Perché ricordo bene che il vino la faceva dal padrone…..

L’assaggiammo… e il sapore era dolce…. Si mi piaceva…. Mai assaggiato una cosa del genere….

Quando tornarono le nostre madri ci trovarono completamente ciocche…. Che vaneggiavamo… perse nei fumi dell’alcool….

Si, mia cugina era ubriaca parimenti a me…. Ho detto che era più sveglia di me… mica cattiva….

Ai diciotto anni invece mi ubriachai per colpa di mia madre….. Feci una grande festa sul terrazzo della mia casa in paese, dove invitai tutti i miei amici del liceo…..

Ricordo una lunga tavolata e tante buone cose da mangiare che aveva preparato mia madre, nella settimana precedente con la collaborazione della sorella.

Da bere preparò la sangria….Paradossalmente anche qui vino e pesche a farla da padrone…. Solo che questa volta oltre a vino, pesche, altra frutta ed essenza, pensò di aggiungerci un po’ di rum come voleva la ricetta originale. Probabilmente esagerò….

E probabilmente anche il fatto che la bevanda fosse dolce e fresca te la faceva inavvertitamente bere come fosse succo di frutta.

A fine serata anche qui… eravamo tutti ubriachi…. Io ricordo benissimo la percezione di non riuscirmi ad alzare dalla sedia per salutare gli amici che andavano… perché mi rendevo conto che avrei perso inesorabilmente l’equilibrio…..

Come i miei amici, tutti ovviamente neo-patentati data l’età, siano riusciti ad arrivare a casa illesi…. È una grazia che si può spiegare solo con l’intervento divino….

Negli anni poi sono riuscita a maturare una certa autonomia per procacciarmi le ubriacature….

Ringrazio comunque la mia famiglia per avermi insegnato la strada.

Le foto: sono tratte dalla festa dell’uva di Marino, festa in cui il vino esce dalle fontane…. Giuro di non esser quella appesa ad un palo















26 commenti:

  1. Ma lo zucchero nel vino aumenta la gradazione alcolica!!! Ihihihihi

    Troppo carina la puntualizzazione del palo!
    Baci
    p.s tutti allegri alla festa ^__^

    RispondiElimina
  2. secondo me non è il vino che ti ubriaca ma le pesche! :D

    RispondiElimina
  3. ahahahahahaha

    vedete lo confermate anche voi che la colpa non è mia.... lo zucchero... le pesche.... sono ingredienti dannosi

    RispondiElimina
  4. bene..tenersi lontane da pesche e vino allora..l'ultima volta che mi sono cotta a puntino?questa estate..non ricordo nemmeno che cacchjio mi sn bevuta la sera prima..ricordo solo cm stavo la mattina dopo..ahi..la prima volta??nemmeno la ricordo piu ahahah.un bacio

    RispondiElimina
  5. Io invece sono astemia.
    Per fortuna, perche' non conoscendo mezze misure, probabilmente cadendoci una volta mi sarei ritrovata etilista, oltre che con i problemi che gia' ben conosci!!!
    Comunque divertente l'anneddoto delle pesche con il vino, e molto allegre e veraci le foto!!!
    Oltretutto, anche da un post così personale potrebbe nascere un dibattito sul consumo di alcol, oggi drammaticamente in aumento tra adolescenti e addirittura ragazzini delle scuole medie!
    Un altro sguardo sui malesseri della nostra societa', dopo " io mi alimento".
    Un abbraccio!
    Dona

    RispondiElimina
  6. pure io sono astemia e solo una goccia basta a mandarmi fuori di testa. brutta cosa il vizio di bere e molto fragile il confine tra una cosa e l'altra.
    a presto

    RispondiElimina
  7. Ohhhhhhh!!!!! Fontaneeee che danno il vinooooo, quanta abbondanza c'èèèèèèè!!!!!! Venerdì andiamo a Marinoooooo!!!! Veniamo per il concerto degli U2 e poi ci fermiamo tutti a Marino perchè il mio ragazzo ha i parenti lì! ;) ci siamo sempre ripromessi di fare una scappata alla festa! l'anno prossimo non ci scappa!!!
    Sere

    RispondiElimina
  8. @Scix: è vero non c'è peggior cosa che il risvegliarsi l'indomani di un'ubriacatura..... per me già in condizioni normali il risveglio è traumatico.... figuriamoci dopo una sbornia

    @Dona: E' vero purtroppoil consumo di alcool tra i giovani è molto aumentato.... e sfortunatamente questo è anche grande causa di incidenti stradali.....
    bisognerebbe sempre evitare l'uso di alcool se si è alla guida di un mezzo

    @rifugio: beate te che sei astemia....a me sai cosa mi fanno impazzire....i liquori fatti a casa da mia madre...alloro, limoncello, mirto, nocino.... sono una droga....
    Il vino però è raramente sulla mia tavola....

    @sere: Potresti incontrare dei miei colleghi al concerto :-).....
    Marino a me è piaciuta molta....si il prossimo anno una scappatina alla festa del vino merita....chissà per Marino magari potresti ribeccare le persone cheabbiamo fotografato... le due nonnette erano adorabili

    RispondiElimina
  9. quest'anno le ho fatte la pesche col vino.Buonissime. Alla festa di Marino invece ci sono andata una sola volta...molti anni fa..

    RispondiElimina
  10. Simpatica la tua prima esperienza alcolica...

    Un abbraccio da un'astemia

    RispondiElimina
  11. bellissime come sempre le foto, ma, mi dispiace deluderti... non è colpa di tua madre se la sangria ti piace :)))

    RispondiElimina
  12. si forse hai ragione..... :)

    RispondiElimina
  13. Non sei nemmeno quella con la chitarra ...vero?
    (hic)

    RispondiElimina
  14. Io sono completamente astemia e lo sono sempre stata ma le mie due sbornie adolescenziali le ricordo con molto molto piacere, almeno la parte in cui non mi sono sentita male vomitando anche l'anima...:) Le foto sono davvero carine! Ma tu non ci sei???

    RispondiElimina
  15. Beh si, alal luce delle informazioni in nostro possesso direi che effettivamente non puoi ritenerti colpevole della malefatta... al massimo potrai essere imputata per concorso in ubriacatura... ;)
    Fantastica!!

    RispondiElimina
  16. Ho scoperto che anche l'alcolismo è una vocazione!
    S_C_H_E_R_Z_O_!!!!!!
    Mi hai fatto morire dal ridere perchè mi sono immaginata ogni scena, avrei tanto voluto vedere la faccia di tua mamma quando si è resa conto che eri ubriaca...
    Comunque le foto sono come sempre suggestive e molto belle, brava!
    A presto,
    Heidi

    RispondiElimina
  17. giurin giurello.... io non ci sono nelle foto :)..
    io ero in giro a fare incetta di vino

    RispondiElimina
  18. Bussola, lo sapevi che la tipica scusa di chi si ubriaca, è quella di dire che non è colpa sua, no??!! :))
    A parte scherzi, dalle foto questa festa sembra un'occasione davvero allegra e folcloristica. Vien voglia di partecipare!!!

    RispondiElimina
  19. Anche io da bambina andavo matta per il vino con le pesche... da noi sono un'istituzione lo sai..

    RispondiElimina
  20. Hahahahaha, lasciamo perdere il discorso sbronze: ne ho presa una sola veramente tosta, ed è stato a Monaco di Baviera con una Augustiner (oddio... UNA.... dopo altri circa 6 litri di HB :-D). Persi completamente la cognizione di quel che stavo facendo, però ricordo che mi buttarono fuori da una discoteca hahahaha

    P.s.: bellissime le foto: hai un futuro !!! :-D

    RispondiElimina
  21. Giurare su qualcosa che non ci si ricorda perché più di là che di qua non è reato.
    Mi piacerebbe interrogarlo quel palo: lui non era brillo, si vede da come sta dritto...
    Qualcosa da raccontare di sicuro (forse) l'avrebbe.
    Le foto sono tutte una più bella dell'altra.

    RispondiElimina
  22. Vino, pesche, rum, sangria .. cose che capitano, ma se portano dritte a foto di una manifestazione così bella, di cui avevo sinora solo sentito parlare, beh, ben vengano, no?

    RispondiElimina
  23. Stupenda Marino...la festa dell'Uva.....mi hanno raccontato dei Marinesi doc che l'anno scorso il bel tipo a cavallo era il carissimo Costantino Vitagliano.....tanti fischi ebbe!!!!!!

    RispondiElimina
  24. Bellissima ode al dio Bacco di "rimembranze alcoliche" .. mi hai un po' tornare indietro nel tempo anche a me per ricordare le mie... e dv'essere bella pure quella festa...
    Ciao :)

    RispondiElimina
  25. Mamma, mi hai fatto ricordare i mal di testa e le nausee della domenica mattina quando dicevo "non lo faccio più, promesso" e poi il week end dopo ero punto e a capo.....aaaah, i tempi dell'università!! ma grossa grossa me la so presa solo 1 volta (meno male che la mamma non c'era!!).
    Ora invece non bevo praticamente mai, non mi attira per niente e non ne sento proprio l'esigenza....unica eccezione per il brachetto....quanto mi piace!!!!!Meno male che non è molto economico così me llo prendo solo in sporadiche occasioni!!

    RispondiElimina
  26. Che bella queta festa, penso che mi piacerebbe un sacco! :-)
    Comuqnue adoro la sangriaaaaaaaaaaaaa!!!!!!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...