giovedì 31 marzo 2011

Gli uomini vengono da Marte le donne da Venere e John Gray probabilmente da un’altra galassia

Se leggete il trafiletto dedicato all’autore, John Gray appare come uno psicosessuologo e terapeuta della famiglia. Dopo nove anni di ritiro spirituale leggerete che Gray ha cominciato a tenere seguitissime lezioni di psicologia riguardanti le differenze ancestrali tra uomini e donne. Da questi incontri è nato il succitato libro.

Attualmente negli Stati Uniti Gray è un vero e proprio guru; presenza costante di vari talk show televisivi è considerato uno degli esponenti di punta della cosiddetta “pop psycology”.

Il trafiletto ha l’onestà di dire Gray è reduce di un DIVORZIO,e dopo è convolato a nuove nozze con un’altra donna da cui ha avuto 3 figli….

Quindi ha divorziato???? Ce sta a fregà????

Ma che razza di Guru è quindi???? Se uno è Guru…nasce Guru….insomma… Gesù mica è diventato Gesù con lo sviluppo….lui Gesù ci è nato….

Ad ogni modo Gray dopo nove anni di ritiro spirituale ha capito che uomini e donne ragionano in maniera diversa…

Ussignò ma veramente????

Io sono arrivata alla stessa conclusione all’età di cinque anni quando mio padre mi portava in un unico negozio di abbigliamento e mi diceva di scegliermi tutti i vestiti che avrei voluto che poi li avremmo comprati; mentre mia madre sceglieva lei per me e non prima di aver visto tutti i negozi della zona. Ovviamente le uscite per negozi con mio padre erano sporadiche.

Nel Libro Gray elargisce un po’ di perle di saggezza da uomo illuminato quale è….

Tipo che la comunicazione nella coppia è importante e bisognerebbe sempre far partecipe l’altro dei propri sentimenti…..

Cribbio santo… chi lo avrebbe mai detto….

Inoltre Gray vi suggerisce di aggiungere dopo che avete reso partecipe il vostro uomo di una vostra problematica frasi del tipo:

“Sono tanto contenta di poterne parlarne”
“Parlarne mi fa un gran bene”
“E’un tale sollievo poterne parlare”
“Be’ora che ne abbiamo parlato mi sento davvero meglio. Grazie”

Pertanto quando state raccontando qualcosa al vostro ragazzo, ricordate di portarvi il libro di Gray e di leggere un attimo a pag 97 per poter concludere il discorso in maniera adeguata.

Ma l’innovatività di Gray è quella di aver capito le proprietà catartiche della lettera d’amore.

“Mettere per iscritto i sentimenti negativi è un modo eccellente per rendersi conto di quanto si possa apparire poco affettuosi davanti al patner, e grazie a questa maggiore consapevolezza di correggersi. Inoltre scrivere ha una funzione catartica: liberando il campo dalle emozioni negative si dà spazio a quelle positive.”

Gray pertanto consiglia di non dar libero sfogo a quello che vorremmo dire ma di elaborare i nostri sentimenti con la scrittura, e di invitare il nostro compagno a fare lo stesso.

Ecco…. Ora mi immagino io e Fab….in una giornata come ieri…in cui avevamo entrambi perso la brocca a causa delle tariffazioni richieste dal fotografo per il servizio del matrimonio…in uno di quei momenti in cui stai lì lì per mandare l’altro a quel paese in direttissima solo andata… che invece cambi tono della voce e dici

“Scusa amore vado un attimo in salotto a scrivere una lettera d’amore per te così elaboro questi sentimenti negativi…. Che ne dici di fare tu lo stesso???? Poi… dai…. ci vediamo fra mezz’ora qui in cucina e ce le scambiamo?!”

Se facessi una cosa del genere Fab come minimo chiamerebbe l’esorcista nel giro di due minuti….

Ad ogni modo il libro non è che proprio sia da cestinare…. Anzi quello che dice è fondamentalmente vero…ma il problema dei Guru è che non capiscono che tra il dire e il fare…c’è di mezzo il mare….

Per fortuna noi siamo uomini e quindi ci incazziamo, ci offendiamo, ci dispiaciamo, ci chiariamo, ci rincuoriamo, ci amiamo…e magari grazie a questo cresciamo.

Insomma io voglio un Fab che sia quello che sia….. con i suoi sbagli e le sue umanità …. E non che sia una sorta di macchina settata per non litigare…

E voi che compagno volete?


32 commenti:

  1. lo comprai tempo fa, letto un pò di pagine e subito posto sullo scaffale. Libro inutile! Che gli uomini e le donne siano diversi non è una novità!!
    che uomo voglio??sicuramente uno che alle parole preferisce i fatti, quindi niente lettere d'amore, gesti, gesti e gesti!! :)

    RispondiElimina
  2. ehm,ehm, intanto quello che mi procaccio io è il bello e bastardo. e confermo che è anche il tipo che vorrei in effetti... solo che non sparisse come ha fatto il bello e bastardo della mia vita :)

    RispondiElimina
  3. non mi ha mai ispirata. Quanto agli americani in fatto di rapporti credo siano messi molto male, data la quantità di divorzi esistenti in America! Sono praticamente tutti divorziati!!!!

    RispondiElimina
  4. ahahahaha!!! ^__^ Ho letto qualche pagina del libro e in effetti ho avuto la stessa sensazione di inutilità di quelle parole scritte... ma che rabbia quando la gente si fa i soldi su delle 'ovvietà'...

    RispondiElimina
  5. Tutte le persone che l'hanno letto me lo consigliano. Finora ne ho fatto volentieri a meno.

    Un bacione e buon venerdì!

    RispondiElimina
  6. Ciao Bussola! Beh in effetti già il titolo del libro mi ha sempre puzzato di fumo senza arrosto! Per quanto riguarda Fra, è molto difficile che si alteri, per carattere, quindi di solito mi trovo a litigare da sola. Però funziona, perché dopo un po' che urlo e sbraito e lui è lì bello tranquillo che ascolta tutto dispiaciuto ...mi viene da ridere, e di solito la finiamo così: con me che rido come una scema e lui che mi guarda pensando che forse sta per sposare una matta! Buon finesettimana!

    RispondiElimina
  7. @Alice: i tuoi commenti mi fanno sempre divertire molto

    RispondiElimina
  8. Ho sentito parlare di questo libro ma in realtà non mi ha mai convinto già dal titolo! Non si può e non si deve schematizzare la completa relazione tra uomini e donne. Il mio uomo ideale? Tranquillo, razionale e pratico! Penso di averlo già trovato :-)

    RispondiElimina
  9. A me sto libro non mi ha mai ispirato....mi sembra uno di quelli pieni di ovvietà....comunque che siamo diversi lo si vede benissimo e lo si scopre ancora di più vivendoci insieme, ma il bello è proprio questo...pensa che noi se fossimo uguali identici!
    Che uomo vorrei? uno normale....intelligente quanto basta...generoso qb, e che mi faccia tanto ridere!!!

    RispondiElimina
  10. Mi hai fatto troppo sorridere sul "Ussignò ma veramente????" il bello è che c'è andato in ritiro spirituale per capirlo!!! Un abbraccio e un buon fine settimana a te!

    RispondiElimina
  11. Non vorrei avere un compagno di vita tarato in anticipo... Certo, il litigio non mi piace e ne esco sempre ferita, ma è meglio una litigata genuina che un sorriso di copertura!!

    RispondiElimina
  12. Oggi ho capito che allora io sono guru da quando avevo undici anni e scrivevo letterine segrete sull' "amore della vita" (o meglio, del momento)!!
    Cavolo...averlo saputo prima...

    RispondiElimina
  13. Il libro l'avevo comprato qualche anno fa,ma perchè pensavo fosse una roba che faceva ridere ed invece no...cmq l'ho letto e a parte la fiera delle ovvietà non l'ho trovato nemmeno tanto brutto.
    L'uomo che voglio io è sempre quello che non incontro,peccato che lo capisco sempre dopo ;D

    RispondiElimina
  14. Sono il primo ometto che commenta? Wow!
    Credo che non serva un libro per capire certe cose, dell'altro sesso e soprattutto di sè stessi nei confronti dell'altro sesso... basta ascoltarsi e saper ascoltare.. Poi è chiaro che sbagliamo, però io mi impegno a migliorare il più possibile..

    E cmq l'unico vero guru dell'ammmmmore è il guru Pitka di "The love Guru" :D

    RispondiElimina
  15. Urac, avevo lasciato un commento lunghissimo ma mi si e' cancellato! riprovo sta sera :)

    RispondiElimina
  16. avete appena letto alcuni facili motivi per cui ODIO la pop psychology!!!

    ma il fotografo lo state scegliendo a roma??

    RispondiElimina
  17. è l'insegnante di Fab... ti prego.... non mettere il dito nella piaga :P

    RispondiElimina
  18. ahahahahaha... immaginavo... quindi posso immaginare: viaggio pagato, soggiorno pagato, pasti pagati.... uuuhhhhuuuu... profonda la piaga!!!
    :D

    RispondiElimina
  19. incolmabile..... poi quando uno ci mette pure dentro i sentimenti..... :P

    RispondiElimina
  20. e beh, altrimenti non brucerebbe! :D

    RispondiElimina
  21. A me basterebbe un compagno maturo, o una lobotomia (mia, temo di aver colto il problema alla radice) però parliamone, aborro le lettere d'amore si dalla tenera età di 12 anni, quando alle medie se ne mandavano tante. Mai scritta una! preferisco cose concrete

    RispondiElimina
  22. Infatti quando lessi la copertina tempo fa la prima cosa che pensai: non lo leggerò MAI! :-D

    RispondiElimina
  23. A proposito del fotografo, Bussola, se ti puo' consolare il nostro verra' da arezzo a vicenza, e nemmeno lo abbiamo mai visto! Solo che fra e' un po' difficile sulle foto e questo finalmente lo aveva convinto, quindi... beh devo dire a sua discolpa che quello proposto da me veniva dalla slovenia e costava il doppio :P

    RispondiElimina
  24. Non ho trovato una mail nel sito per contattarti.
    Scrivimi a kylie.pepe@libero.it

    RispondiElimina
  25. Eccomi! Dicevo, prima che mi si cancellasse in fase di post, che non ho mai capito questi libri.Ci sono anche delle cose interessanti e delle spiegazioni utlima, ma sono inapplicabili alla vita quotidiana.

    PS come va per il fotografo? L'hai trovato? :)

    RispondiElimina
  26. Bussoletttaaaaaaaaaaaaaaa....lo comprai prima di conoscere Antonio.....mi fa morire come dice che gli uomini stavano su un pianeta e dal cannocchiale videro le donne.....le caverne....ecc.....inosmma comico...abbastanza reale.......non sono riuscita a finirlo...Antonio è mooolto più interesssante....per testare....eheheheh

    RispondiElimina
  27. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  28. Il fatto che il libro sui rapporti di coppia più venduto al mondo sia un insieme di banalità e frasi fatte, la dice lunga...

    RispondiElimina
  29. Uno con cui scannarmi anche, se necessario. Uno con cui poter dire apertamente quello che sento senza doverci stare troppo su a meditare, perchè se davvero mi conosce... sa bene che qualsiasi cosa dettata dalla rabbia non è verità. La verità è il bene e il rispetto, cose che non vacillano mai se si ha coscienza dei propri sentimenti. Non credo che lo comprerò questo libro :)

    RispondiElimina
  30. io non credo ai falsi profeti
    Vorrei andare in ritiro, ma chi mi mantiene
    ciao sto tizio non me piace
    Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  31. I’ve recently started a blog, the information you provide on this site has helped me tremendously. Thank you for all of your time & work.

    cialis

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...